Le cose di cui ci occupiamo.

ITALIA TURISTICA PROMOSSA: 1. RAPPORTO SULLA PERCEZIONE DELL'ITALIA TURISTICA



Expert System, leader in tecnologia semantica per la gestione delle informazioni, e Sociometrica, specializzata in ricerche socio-economiche e dei comportamenti collettivi, presentano i risultati del “1. Rapporto sulla Percezione dell’Italia Turistica”, basato sull’analisi semantica delle opinioni espresse online dai turisti stranieri. Qui il link per scaricare il Rapporto.


Il rapporto sintetizza i risultati dell’analisi semantica di 570.000 post in lingua inglese pubblicati sui social media da persone che sono state in vacanza nel nostro paese negli ultimi quattro mesi (ultima rilevazione 1 Luglio 2014), mettendo al centro dell’analisi proprio il punto di vista dei turisti. Impiegando la tecnologia Cogito di Expert System, che comprende ed elabora automaticamente il significato dei testi, è stato possibile raccogliere e analizzare una mole immensa di impressioni e opinioni degli utenti, per mettere in evidenza argomenti, trend e sentiment , tracciando i più e i meno dell’accoglienza turistica in Italia.

Dallo studio emerge innanzitutto che l’Italia turistica è promossa a pieni voti (nella scala sintetica da 0 a 100 impiegata da Sociometrica/Expert System, il risultato è di 77, ben oltre la soglia di 60 punti, convenzionalmente considerata quella minima per poter parlare di successo, o buona percezione), percezione, per altro, in netto miglioramento nelle due ultime settimane considerate nello studio. Tra gli elementi di maggior successo risulta vincente la ristorazione (definita soprattutto “reasonable” e “worth”) e il mondo del cibo. Dopo la cucina sono particolarmente apprezzati due elementi che connotano il nostro paesaggio: le piazze e le spiagge. Gradito anche lo shopping, un altro elemento che fa capire quanto piaccia l’Italia dei centri storici. Altro elemento di forza è la qualità dell’industria dell’ospitalità. Le località vincenti hanno sia la qualità paesaggistica, quella storico-artistica, della cucina e della qualità degli alberghi.

Tra le località turistiche che regalano la migliore esperienza, al primo posto c’è Taormina (per l’eccellente mix di evocazione borghigiana e cultura dell’ospitalità) seguita dall’area del Salento. Scorrendo la classifica delle destinazioni si ritrovano altre località balneari come Portofino, Santa Margherita Ligure, il Garda, la Costa Smeralda e Amalfi, Capri, Forte dei Marmi e Tropea. Tra le destinazioni di montagna vincono l’Alto Adige e il Trentino, Courmayeur e Cortina e poi Merano, tutte contraddistinte anche da una spiccata identità territoriale. Fra le città d’arte, ai primi tre posti: Parma, Lucca e Siracusa. Le grandi città d’arte (Roma, Firenze e Venezia) sono le più citate, ma sono superate dalle prime tre per la qualità dell’esperienza.

L’argomento più trattato nei post è il trasporto, come muoversi e come raggiungere i luoghi d’interesse e di come la qualità dei mezzi di trasporto influisca sul tenore del viaggio. Al secondo ci sono la cultura, l’arte e l’entertainment. Al terzo posto emergono le questioni legate al lavoro e al commercio, allo shopping. Al quarto posto c’è il mondo di internet, tutto ciò che riguarda i collegamenti digitali e le connessioni wi-fi. Al quinto posto una nota critica, la criminalità, con anche grande attenzione al pericolo di subire furti o aggressioni.

Tra i concetti che contribuiscono maggiormente a costruire i giudizi positivi ci sono: “good”, perché si tratta di una visita buona, appagante, bella; “great”, grande, importante, molto sodisfacente; “enjoy”, divertente, felice; “nice”, carina, attraente.  In qualche caso si arriva pure a definire il paese “wonderful”, meraviglioso ed “excellent”. I concetti sintetici che contribuiscono a formare il lato negativo della bilancia sono: “expensive”, costosa, con prezzi elevati; “cheap”, cioè povera, deludente; “difficult”, che indica la circostanza di incontrare problemi nel corso della visita; “wait”, che mette in luce come ci siano troppe code da affrontare e in genere una situazione di organizzazione dell’offerta non veloce o non abbastanza comoda, come sarebbe d’attendere; “crowded”, affollata, confusa e “miss”, mancante di qualcosa, deludente rispetto alle attese.

Dall’analisi delle percezioni dei turisti risulta quindi che la forza dell’Italia è in un mix di grande fascino: la cultura intesa più come contesto urbano di socializzazione, sintetizzata dalle piazze, piuttosto che semplicemente come musei o quantità di opere d’arte; la qualità della cucina e del cibo; lo stile di vita che trova nella piazza il suo luogo esemplare; i prodotti emozionali del “made in Italy”; il paesaggio e la varietà di situazioni che si possono incontrare.

  • 0
  • 15 luglio 2014
Antonio Preiti Antonio Preiti Author

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Cambia la comunicazione politica

Post più popolari

Seguici via Email

Chi siamo

Sociometrica nasce come iniziativa nel campo delle ricerche socio-economiche, i comportamenti collettivi (il turismo, la fruizione dei beni culturali, i valori, i consumi, gli stili di vita, i comportamenti politici, lo sviluppo dei territori) analizzati con l'impiego delle nuove tecnologie digitali. I soci fondatori provengono dall’esperienza Censis.

Il Direttore
Antonio Preiti

Contattaci

Per contattarci puoi scriverci a apreiti@sociometrica.it

Altri blog

  • La rabbia e la riforma - Stiamo al merito del quesito referendario, ripetono instancabili i sostenitori del SI, evitiamo di trasformare il referendum in qualcosa che non ha nulla a...
    18 ore fa
  • Say - 6 anni fa esatti nasceva questo blog (sì, decisamente trascurato negli ultimi tempi). Occasione per ringraziare tutti quelli che ancora ci inciampano, ci c...
    11 mesi fa
  • Il formidabile 2015 - Sono quattro anni che ci stropicciamo gli occhi, a non voler contare anche i centoquattordici precedenti. Ma questo 2015 difficilmente ce lo dimenticheremo...
    11 mesi fa

Cerca nel blog

Caricamento in corso...